Deumidificatore: migliori prodotti da acquistare per Natale

“Non è tanto il freddo (o il caldo), è l’umidità il problema!”. Si tratta, senza ombra di dubbio, di una delle frasi fatte più famose di sempre, sinonimo di discorsi vuoti e fatti tanto per riempire silenzi imbarazzanti ed infiniti. Eppure, questo detto ha un profondo senso di verità, perché l’umidità durante tutto l’anno può creare controindicazioni non indifferenti quindi perché non scegliere un deumidificatore.

L’umidità altera la percezione della temperatura

In primis, l’umidità ha effetti diretti sul comfort termico umano per quanto riguarda l’effettiva percezione della temperatura. In presenza di un alto tasso d’umidità nei mesi caldi, infatti, la temperatura percepita risulta più alta e l’aria appare meno respirabile. Questo è dipeso dal fatto che, quando fa molto caldo, il corpo umano si difende producendo sudore che evapora dai pori capillari presenti sulla pelle. Quando c’è molta umidità l’aria, però, risulta già satura di vapore acqueo e quindi l’evaporazione del sudore risulta meno efficiente, col risultato che la temperatura corporea risulti più alta di quella che darebbe sollievo all’organismo.

Anche con i climi freddi l’umidità altera la percezione della temperatura effettiva. In questa situazione il corpo umano non ha necessità di produrre sudore, ma il vapore acqueo sospeso nell’aria si deposita sulla pelle e ne sottrae calore evaporando. Il risultato è la sensazione che il freddo sia più intenso di quanto non sia effettivamente.

L’umidità è fonte di muffe e batteri nocivi

deumidificatore

Oltre che causa di disagi a livello di equilibrio termoigrometrico nell’organismo umano, l’umidità può causare grossi problemi anche a livello sanitario. Nei mesi più freddi dell’anno, infatti, le forti discrepanze termiche fra interno ed esterno di un ambiente porta al fenomeno della condensa sulle pareti ed orizzontamenti dell’ambiente stesso, con l’umidità che penetra negli strati degli elementi costruttivi intaccandone le zone interne.

Esistono vari fenomeni connessi alla presenza di umidità in un ambiente chiuso, tutti accomunati dalle stesse conseguenze. Sia che si tratti di umidità da risalita capillare, di condensa, di infiltrazioni o di umidità intrinseca dei materiali da costruzione, il risultato è generalmente la proliferazione di muffe e batteri su muri e soffitti degli ambienti. Questi agenti hanno inoltre una forte capacità di diffusione, ragion per cui questo fenomeno si alimenta molto rapidamente rendendo insalubri gli ambienti interessati. Col conseguente rischio di patologie varie nei soggetti esposti (infiammazioni respiratorie, attacchi d’asma, reazioni allergiche o cefalee).

Estetica e umidità non vanno d’accordo

Oltre ai suddetti problemi che può comportare alla salute umana, la muffa ha anche altre conseguenze, quali quelle puramente antiestetiche. Nel momento in cui, per uno dei fenomeni fisici di base, si viene a depositare umidità sul soffitto o sulle pareti, questa in breve tempo (come detto) fa proliferare muffe, batteri e funghi dall’elevata velocità diffusiva. Ci si ritrova così in un batter d’occhio dall’avere piccole zone puntinate in un angolo di casa a vere e proprie “mappe” colorate che interessano estese porzioni di soffitti e muri.

Dal punto di vista estetico questo celere sviluppo di muffe e batteri è assolutamente negativo, in quanto mette fortemente a disagio sia chi vive nell’immobile sia eventuali visitatori esterni. Trovarsi di fronte ad una situazione di questo tipo è infatti indice di un cattivo ambiente dove vivere, con possibili ripercussioni sulla salute degli inquilini.

Deumidificatori: soluzione all’umidità negli ambienti chiusi

deumidificatore
Dehumidifier with touch panel, humidity indicator, uv lamp, air ionizer, water container works at home while woman sleeping. Air dryer

Queste situazioni, e lo sappiamo bene, si verificano anche nei nostri ambienti domestici. Una soluzione efficace e sicuramente meno costosa dell’impiego massiccio dei condizionatori è rappresentato dai deumidificatori, apparecchi elettronici ormai sempre più facili da trasportare e maneggevoli con cui abbattere gli eccessivi livelli di umidità nell’aria. Come è piuttosto facile intuire già dal nome, questa classe di apparecchi serve ad eliminare l’umidità di ogni tipo (da risalita capillare, di condensa, ecc.) dagli ambienti interni.

L’impiego di un deumidificatore in casa consente di combattere tutti gli inconvenienti detti prima, e molto di più! Se la loro principale funzione è quella di rendere l’aria meno umida in estate (percependo così meno caldo) o in inverno (eliminando la fastidiosa sensazione di freddo amplificato), un utilizzo razionale o in particolari ambienti consente di trarne ulteriori benefici.

Ad esempio, messo vicino ai panni stesi consente di ottenere un risultato più rapido quando fa freddo, senza che questi emanino quell’odore fastidioso di umido percepibile per tutta la casa. Inoltre, alcuni deumidificatori funzionano anche come veri e propri purificatori d’aria che, se posti nelle camere da letto, alleviano il rischio di malanni stagionali quali raffreddori, irritazioni delle vie aeree ed allergie.

Come funzionano i deumidificatori?

Il funzionamento del deumidificatore è piuttosto semplice e riportato a seguire. Va prima, però, fatta una doverosa premessa: esistono due modalità differenti di funzionamento per la deumidificazione dell’aria.

Nei deumidificatori di tipo refrigerativo, una volta posizionato nella stanza d’interesse, collegato alla presa di corrente e messo in funzione, la ventola al suo interno aspira l’aria circostante. Questa viene immessa all’interno di un circuito frigorifero contenente una serpentina con un liquido refrigerante che, a contatto con l’aria, ne abbassa rapidamente la temperatura.

Con l’abbassamento della temperatura dell’aria il vapore acqueo in essa contenuto condensa, passando dallo stato aeriforme a quello liquido. A questo punto l’acqua estratta dall’aria viene accumulata in una vaschetta o un serbatoio da svuotare quando si riempie. L’aria, infine, viene nuovamente immessa nell’ambiente deumidificata e rigenerata.

 In quelli essiccativi, invece, la funzione di purificazione dell’aria dal vapore acqueo viene svolta non da un fluido refrigerante, bensì da materiali aventi peculiari proprietà essiccanti come il gel di silice. Questi apparecchi, detti anche passivi, non necessitano di energia elettrica per funzionare e, pertanto, possono essere posizionati in un luogo e lasciati lavorare “in continuo”. A differenza dei precedenti, però, hanno un rendimento inferiore ed un’efficacia limitata.

Alla scoperta dei best buy natalizi fra i deumidificatori

Se non avete ancora fatto tutti i regali di Natale, o se le prime macchioline di muffa stanno iniziando a fare capolino dall’angolino del soffitto della vostra casa, un deumidificatore potrebbe decisamente fare al caso vostro! Se poi aggiungiamo che i consumi sono assolutamente ridotti (molto inferiori a quelli di un condizionatore) e che i prezzi siano tutto sommato ragionevoli, ecco che il quadro diventa ancor più interessante. Eccovi quindi una rassegna dei prodotti più interessanti del settore, in cui potrete trovare sicuramente quello più adatto alle vostre esigenze.

Deumidificatore De’Longhi Tasciugo AriaDry DDSX220

deumidificatore

Disponibile nei formati da 20 litri (con o senza Alexa), 21 litri gestibili da app o 25 litri, il De’Longhi Tasciugo AriaDry DDSX220 è probabilmente uno dei migliori deumidificatori portatili disponibili sul mercato. Questo apparecchio elimina l’umidità in eccesso dall’aria, risolvendo qualsiasi problema legato all’umidità e rendendo la casa un luogo sano e confortevole tutto l’anno.

La funzione Laundry asciuga più velocemente il bucato grazie alla distribuzione ottimizzata del flusso d’aria. Ciò offre un’azione potente e diffusa che rende più veloce l’asciugatura del bucato del 50% rispetto all’asciugatura normale. Come tutti i deumidificatori De’Longhi, è dotato di certificato della Allergy Standard Foundation con certificazione “Asthma&Allergy Friendly” come prodotto adatto a chi soffre di asma e allergie, consentendo a te e alla tua famiglia di respirare meglio e sentirvi bene.

Emette solo 44 dB, ed è indicato anche durante le ore notturne e in qualsiasi ambiente della casa essendo dotato della funzione purificatore d’aria. Permette di eliminare la condensa direttamente in tanica removibile (capacità tanica 4,5L) o tramite tubo esterno con lo scarico in continuo. Si arresta automaticamente quando la tanica è piena (indicatore luminoso tanica piena e finestra trasparente controllo livello).

Il deumidificatore DDSX220 è dotato di doppio stadio di filtrazione. Il filtro antiplvere, lavabile progettato per trattenere inquinanti e allergeni migliorando la qualità dell’aria e il filtro Biosilver che aiuta a ridurre la proliferazione dei batteri.

Deumidificatore Pro Breeze 20L

deumidificatore

Altro prodotto interessante è il Pro Breeze da 20 litri, altro deumidificatore portatile refrigerativo. Dotato di grande efficienza, riesce ad assorbire fino a 20 litri d’acqua al giorno ed è ideale per rimuovere vapori, umidità e muffe da case, cantine, stanze e bagno. E’ dotato anche di blocco di sicurezza per i bambini, solo ventola, display di sospensione e rotelle.

Il sensore di umidità integrato consente d’impostare il livello di umidità desiderato nella stanza. Una volta arrivato al livello impostato (fra 30% e 80%) l’apparecchio si spegnerà per consumare meno e preservare il risparmio energetico.

Possiede un Display a LED digitale che mostra l’umidità presente nella stanza. Tramite un pannello di controllo facile da usare si possono impostare le seguenti modalità: normale, a bassa potenza, ad alta potenza, asciugatura bucato e timer per accensione e spegnimento.

Il timer integrato di accensione e spegnimento del dispositivo consente al deumidificatore di spegnersi automaticamente da 1 a 24 ore. Un facile tasto modalità Riposo assicura la pace e notti non disturbate. Inoltre, possiede 4 ruote che ti permettono di spostare il deumidificatore in maniera facile e veloce.

Deumidificatore d’aria SUNTEC DryFix

Il deumidificator SUNTEC DryFix portatile elettronico è sicuramente fra i più smart ed ecologici sul mercato. Più compatto dei precedenti (ha una capacità di 12 litri d’aria e di 2,5 litri di acqua estratta), presenta una serie di caratteristiche che lo rendono indubbiamente interessante. Innanzitutto, la casa produttrice Avalla desidera ricostruire gli habitat naturali piantando un albero per ogni ordine effettuato. Ogni prodotto Avalla viene inoltre fornito con una garanzia di 2 anni ed un supporto sul prodotto a vita. Inoltre viene utilizzato solamente refrigerante R290 naturale, non tossico e sicuro per l’ambiente.

Il design avanzato Aero-Dynamic permette di accelerare l’aria saturata attraverso una griglia di condensatori, estraendo l’umidità a 120m³ all’ora utilizzando solamente 0.21 KW/h di potenza. Ciò permette di avere un’elevata area di copertura attiva di 30m² stando attenti ai consumi. Il prodotto perfetto fra i deumidificatori per il trattamento di umidità, muffe e condensa all’interno di abitazioni, camere da letto, garage, bagni e uffici.

Il sensore di umidità integrato regola automaticamente tutte le impostazioni affinché i tassi di umidità vengano mantenuti bassi. La spia anteriore cambia colore in base al livello di umidità e sul display superiore viene visualizzata una lettura in percentuale. È possibile regolare il livello di umidità desiderato utilizzando l’esclusivo controllo touch a scorrimento o selezionando le modalità di asciugatura dei vestiti.

Deumidificatore Conopu OZC20S02

Lasciamo il mondo dei deumidificatori refrigerativi classici per passare a quello degli apparecchi a tecnologia refrigerazione a doppio semiconduttore Peltier. Questa classe di dispositivi non utilizza un compressore per la deumidificazione, ma una cella di Peltier integrata, a volte denominata TEC (thermo­electric cooler). Si tratta di trasformatori termoelettrici si fondano sull’effetto Peltier da cui prendono il nome. Mediante passaggio di energia tra le due metà della piastrina della cella Peltier un lato della stessa si surriscalda ad elevate temperature, l’altro si raffredda invece enormemente. Nei deumidificatori a condensazione Peltier un ventilatore integrato nel dispositivo aspira l’aria dell’ambiente e la fa passare sul lato freddo della cella, raffreddandola.

Questo deumidificatore supporta 3 diverse modalità per le varie esigenze. La Strong Mode funziona a piena potenza per raggiungere le migliori prestazioni di deumidificazione. La Sleep Mode riduce la potenza e il suono in modo da poterla utilizzare in camera da letto durante la notte. La Automatic Mode continua a deumidificare fino a quando l’umidità non scende al di sotto di circa il 50% di umidità relativa.

Quando vengono utilizzati in inverno, in questi deumidificatori si verifica inevitabilmente il gelo. Questo particolare modello smette di deumidificare quando la superficie del semiconduttore si congela, passano automaticamente alla modalità di scongelamento. La ventola continuerà a funzionare e il calore generato scioglierà rapidamente il gelo, per poi riavviare la deumidificazione.

Assorbiumidità Ariasana Aero 360°

Chiudiamo questa rassegna con un prodotto che esula un po’ da quelli finora riportati. Non si tratta, infatti, di un canonico deumidificatore, ma piuttosto di un assorbiumidità quasi tascabile. Stiamo parlando del kit di Ariasana Aero 360°, deumidificatore ricaricabile non elettrico con funzione assorbi umidità contro condensa e muffa. Attualmente è in vendita la confezione contenente un dispositivo ed una tab di ricarica alla lavanda da 450 grammi.

Questo assorbiumidità convoglia l’umidità in eccesso e neutralizza i cattivi odori in ambienti fino a 55 m3. Il design particolarmente aerodinamico del deumidificatore garantisce una circolazione dell’aria a 360°. Le tab di Ariasana Aero 360° sono composte di cristalli attivi anti-odore e svolgono la loro funzione di essiccazione dell’aria. Uno dei punti di forza di questo apparecchio è il suo funzionamento senza corrente elettrica, oltre alla durata delle tabs (circa 3 mesi ciascuna).

Il kit assorbi umidita si ricarica in pochi istanti, ha il beccuccio per un facile scarico e un indicatore per capire quando la tab si sta esaurendo. Una piccola chicca aggiuntiva: il deumidificatore ha un sistema anti-rovesciamento, per evitare spiacevoli inconvenienti.

Articoli in trend