Giochi Horror per PS5: i migliori videogame consigliati

Nel mondo videoludico, il genere Horror ha da sempre accompagnato i giocatori fin dalla sua nascita. Molti sono stati i titoli che hanno segnato il genere e tanti quelli che lo hanno trasformato sotto molti punti di vista. Alcuni sono nati o hanno visto nuova luce su console Sony e in quest’articolo analizzeremo, dopo aver parlato dei migliori giochi horror per PS4, i migliori giochi Horror per PS5 disponibili o in uscita. Più di tutti, nel corso degli anni, questi giochi hanno sempre mantenuto una particolare caratteristica. Gli horror, infatti, si differenziano per la loro narrativa e principalmente in base alle atmosfere che creano, incorporando diversi aspetti presi da altri generi. Questo in contrasto ad altri giochi, classificati a seconda delle meccaniche di gameplay e non solo sullo spaventare il giocatore.

I migliori Giochi Horror PS5: cosa aspettarsi

Anche per loro però, ci sono stati cambiamenti e mano a mano il filone ha visto la nascita di molti sottogeneri. Come accennato in precedenza, sviluppatori di ogni dove hanno inserito all’interno delle proprie opere elementi di altri tipi di videogame. Sono così nati i survival horror oppure quelli con elementi action, che hanno conquistato larghe fette di mercato. Sul versante atmosfera i jumpscare hanno ormai spadroneggiato a lungo mentre quelli psicologici hanno fatto e continuano a fare storia. Non ultimi, recentemente i creatori stanno dando la possibilità di vestirsi dei panni dell’antagonista anzichè di chi deve spaventarsi grazie al genere reverse. Dopo questo breve excursus di carattere informativo è arrivato il momento di presentare i migliori giochi horror per PS5! Pronti a vivere un incubo?

Resident Evil Village

I migliori Giochi Horror PS5
Si, torna anche lui In Resident Evil VIllage, Chris Redfield

Resident Evil Village, l’ultimo capitolo di una saga che ha fatto scuola nell’ambito dei migliori giochi survival horror torna anche su PS5. Così come torna il suo principale personaggio giocabile: Ethan Winters, protagonista anche del predecessore.Stavolta, dopo essersi ritirato a vita privata successivamente alle vicende del settimo capitolo, dovrà salvare la neonata figlia dalle grinfie di 4 nuovi antagonisti. Trama a parte lo stile di gioco è sempre action in prima persona con la presenza di alcuni elementi di crafting. L’ambientazione cupa e tetra, tra villaggi, un castello, la palude che lo circonda e una casa infestata non mancherà di angosciarvi.

Per i più nostalgici, dal lato potenziamenti e equipaggiamenti, il titolo fa un richiamo al passato, introducendo un personaggio che assiste Ethan. Il Duca e il suo emporio infatti sono un chiaro omaggio all’iconico mercante di Resident Evil 4. Anche la scenaggiatura ha qualche riferimento ai primi capitoli, ma non vogliamo rovinarvi la sorpresa. Per gli appassionati di action horror, i nostalgici della saga e soprattutto i nuovi utenti, Resident Evil Village appagherà e incuriosirà i fan del genere.

Giochi horror per PS5: The Quarry

Giochi horror per PS5
Alcuni protagonisti di “The Quarry”

Due giovani ragazzi diretti ad un campo estivo, nell’Upstate New York, dove rivestono il ruolo di tutor, subiscono un incidente lungo il percorso. Giunti comunque e senza non poche difficoltà a destinazione fanno un brutto incontro. Tempo dopo altri sette tutor rimarranno bloccati nello stesso posto per una questione amorosa riguardante due di loro. Se la cosa ha un che di familiare o simile è perché gli sviluppatori sono gli stessi di Until Dawn, Supermassive Games. E le somiglianze non finiscono qui. The Quarry è un Survival horror con tratti psicologici e storia interattiva.

Anche se non molto longevo, la trama ramificata garantisce molti finali e il newgame sblocca la Death Rewind. Questa modalità consente ai giocatori di annullare tre morti di personaggi nelle successive run. Se però acquisterete la Deluxe Edition di The Quarry sarà disponibile da subito. La possibilità di disattivare alcune meccaniche di gioco come sparare, eventi rapidi e pulsanti da premere a tempo immerge il giocatore in esperienze da film. Per una totale visione senza interagire l’utente può settare la personalità dei personaggi e lasciare che la storia prosegua da sola. Se poi volete divertirvi con più amici, il gioco offre una modalità multigiocatore in locale o online ognuno da casa propria. Consigliato a chi ama il cinema di genere.

Dying Light 2

Il Sequel diretto di uno dei migliori giochi horror esordienti della scorsa generazione, Dying Light 2, sbarca ora su PS5. L’idea originale del primo titolo era quella di lanciare il giocatore nel bel mezzo di una pandemia zombie sopravvivendo grazie al parkour. Il protagonista, infatti, è in grado aggrapparsi e saltare su qualsiasi cosa per sfuggire o dare la caccia a mostri e non. E per neutralizzare gli ostili può fare affidamento su un ampio comparto di armi bianche, che il gioco permette di realizzare anche da sé. Questo titolo offre quindi avventura e azione mista alle dinamiche tipiche di un survival horror.

Il secondo capitolo ripropone la stessa ricetta con un accento più marcato sulla psicologia dei rapporti umani e come le nostre scelte influenzano la storia. Difatti le persone incontrate dal protagonista saranno molte di più e più variegate. Nel gioco ci sono tre fazioni principali e a seconda di come ci comporteremo reagiranno di conseguenza. Nonostante una presenza maggiore di umani, il gioco non delude su coloro che hanno subito l’infezione dal virus di trama. E le orde saranno molto diversificate: in particolare, tra nemici infetti e nemici umani infetti, i vari tipi cambiano di molto. Insomma, il protagonista dovrà sopravvivere a molto durante il corso della campagna. Ma, grazie anche alla fantasia degli sviluppatori nell’ampliare la possibilità di creazione delle armi, ne uscirete vivi.

The Last of Us Parte I – Remake PS5

Giochi horror per PS5
Joel, indimenticabile protagonista di The Last of US parte I

Si, lo sappiamo, The Last of Us non ha bisogno di presentazioni. Ma vale sempre la pena ricordare uno dei migliori giochi surival Horror forse in assoluto, che ora è disponibile anche per PS5. Più che un videogame, un’esperienza di vita, Naughty Dog lo ha ricreato con il suo motore grafico più recente per PS5. Ma senza intaccare l’esperienza di gioco originale: gli sviluppatori l’hanno arricchita rivisitando scenari, effetti di luce e aggiungendo più dettagli. Per rendere tutto maggiormente immersivo hanno sfruttato le potenzialità del controller senza fili DualSense di PS5. Con il suo feedback aptico ogni arma avrà un “tocco” diverso, in modo da variare la resistenza dei grilletti della periferica stessa. E non solo le armi, anche gli ambienti risentiranno di tale sistema. Pioggia e neve potranno così essere “percepite” regalando sensazioni da vero e proprio mondo reale.

Ancora una volta, si tratta di riscoprire e rivivere gli indimenticabili personaggi che hanno conquistato il cuore di milioni di fan. Joel ed Ellie, di nuovo insieme, di nuovo l’uno legato all’altra in un mondo di criminali e infetti, accompagneranno il giocatore nell’avventura originale del 2013. In maniera molto più fluida per merito dell’unità SSD di PS5 che garantisce “caricamenti di passaggio impercettibili”. Il tutto migliorato dal sistema audio 3D. In conclusione, potrebbe sembrare a prima vista più un action game con una grande storia. Ma gli spaventi causati dagli infetti e il non voler a tutti i costi perdere personaggi ben scritti lo rendono qualcosa che fa paura. Una Paura che avrete piacere di sperimentare.

Dead By Daylight

I migliori Giochi Horror PS5
Uno dei possibili killer da scegliere in Dead by Dyalight.

Un guardia e ladri più spaventoso di Dead By Daylight non lo avevamo mai visto. Un pò come il famoso Left 4 Dead, in questo gioco c’è la possibilità di impersonare gli antagonisti. Quindi anziché sopravvivere bisognerà darsi da fare per eliminare i “buoni”. Che non resteranno a guardare ma dovranno sfuggire impersonati da altri utenti. Più in dettaglio la modalità di gioco principale consiste in quattro “sopravvissuti” contro un solo “killer”. Sembra una “ingiustizia”, ma il tutto è organizzato per equilibrare le parti. Anzitutto c’è un’ampia scelta di sopravvissuti da controllare: sebbene per ogni partita ne servano solo quattro, in tutto ce ne sono ventinove da giocare. Come i sopravvissuti, anche i killer sono molteplici (ventisette) ma la differenza è nelle abilità uniche di ognuno di essi.

Potrete vestire i panni delle figure più iconiche degli horror: lo spettro, il mandriano, l’infermiera, l’ombra, la strega, il dottore solo per citarne alcuni. La cosa che li lega è il modo in cui potranno finire le loro vittime. Per ciascuna di esse serviranno due colpi, dopodiché saranno sacrificate all’Entità. Tale presenza maligna verrà evocata lentamente sui sopravvissuti colpiti e “appesi” al gancio. Se il killer appende un sopravvissuto per tre volte, L’entità lo ucciderà all’istante senza aspettare. Naturalmente i sopravvissuti potranno ostacolare i killer, rallentarli e sfuggirgli tramite elementi della mappa; oltre a curarsi con alcuni oggetti. Il loro obiettivo principale è alimentare un certo numero di generatori che da energia ai cancelli d’uscita dell’area di gioco. Detto questo e in quanto killer invece, non crediamo serva spiegare come vincere!

Offerta
Dead By Daylight per PS4
177 Recensioni

Alien Isolation

Giochi horror per PS5
Lo Xenomorfo di Alien Isolation.

“Nello Spazio, nessuno può sentirti urlare”. Chi non ricorda lo slogan originale della popolare saga di film che spazia dalla fine degli anni ’70 fino al 2017?
Alien Isolation è uscito in origine per PS4, ma gli echi del suo gampelay claustrofobico rendono bene anche sulla nuova console Sony. La protagonista dell’avventura è Amanda, la figlia del famigerato tenente Ellen Ripley, che sarà in cerca della madre scomparsa. Arrivata alla stazione spaziale di Sevastopol per il recupero della scatola nera della nave Nostromo avrà una brutta sorpresa. L’avamposto infatti ospita anche uno Xenomorfo, alieno icona di tutto il franchise.

Il titolo pur essendo un survival Horror, contiene meccaniche di gioco proprie degli stealth game. Nel gioco infatti lo Xenomorfo, che è unico, non può essere ucciso, costringendo il giocatore a sviluppare tattiche di evasione. Sebbene durante l’avventura sono presenti diverse armi, queste possono eliminare al più gli altri tipi di nemici. Lo Xenomorfo invece potrà solo essere “spaventato” con alcune di esse, come il lanciafiamme. Perché poi per il resto, egli adatterà le sue strategie di inseguimento a seconda dei nostri comportamenti. La sua intelligenza artificiale è quindi programmata in modo da far sembrare che l’alieno modifichi le sue mosse dandoci sempre la caccia. Oltre a questo, l’interfaccia del titolo e l’HUD su schermo sono ridotti al minimo per aumentare l’immersività e il coinvolgimento del giocatore. Quindi, se siete stati amanti dei film e non avete problemi di ansia, l’acquisto è consigliato.

Offerta
Alien Isolation per PS4
874 Recensioni

Giochi horror per PS5: Dead Space (Remake 2023)

Giochi horror per PS5

C’è chi ricorda l’agghiacciante versione di “Twinkle Twinkle little star” del trailer originale di gioco, e chi mente. Le gesta dell’ingegnere minerario Isaac Clarke vedranno nuova vita su console Sony all’inizio del prossimo anno. Il plot di Dead Space è sempre quello: il protagonista, esplorerà ciò che rimane di una nave spaziale invasa da mostri. I necromorfi, questo il nome delle creature, infestano gli ambienti di gioco e sono piuttosto resistenti ai colpi inflitti dal giocatore a meno di smembramento. Infatti, lo slogan, scritto a volte con il sangue nelle ambientazioni del gioco, è “tagliate loro gli arti”. Tra sette religiose, abomini e membri di un equipaggio non proprio fedelissimi, Clarke avrà il suo bel da fare per sopravvivere. Potrà farlo grazie a diversi equipaggiamenti e oltre a futuristiche armi d’offesa riprese da strumenti minerari, la tuta (RIG). Entrambe le cose possono essere potenziante durante l’avventura con un sistema di crescita con scambio di power-up (nodi energetici).

Basterà sostare in alcuni ambienti di gioco dotati di appositi distributori per veder cambiare in meglio le armi e l’armatura. Oltre queste, la tuta permette due abilità specifiche che serviranno anche per interagire con l’ambiente in alcuni scenari. La stasi infatti, serve a bloccare temporaneamente oggetti e mostri. Mentre il modulo cinetico consentirà di attrarre e lanciare a distanza. Una delle cose che rendono l’esperienza molto immersiva è la totale mancanza di HUD o interfacce a schermo. La salute del personaggio ad esempio, è indicata sulla tuta tramite il livello di un tubicino. Per le armi un ologramma sopra di esse indicherà le munizioni rimanenti, così come altre informazioni di gioco. Il titolo è molto cruento, al punto che alcuni paesi ne hanno valutato censure varie e addirittura il ban. Ma se se amate sparattutto in terza persona e jumpscare non avrete a pentirvene. E avrete tra le mani uno dei migliori giochi horror che abbiano mai rivoluzionato il genere, anche su PS5.

The Medium

I migliori Giochi Horror PS5

Nel campo degli Indipendent game (i così detti “indie”) ci sono state molte sorprese anche in ambito horror. Da sviluppatori polacchi ecco allora l’Horror psicologico The Medium in terza persona a cavallo tra due mondi. Si perché, sullo sfondo di una Polonia post-comunista di fine secolo scorso, vestiremo i panni di una Medium spirituale, Marienne. Con lei le anime morte e in difficoltà trovano la pace e tutto procede bene fin quando non riceve una telefonata da un certo Thomas. Quest’uomo misterioso le spiegherà il motivo dei suoi poteri e il significato di un suo sogno ricorrente a patto che visiti un certo posto. Ma il luogo in questione, il resort Niwa, di cui Thomas è il manager, è legato al mondo spirituale con un oscuro massacro alle spalle.

Con i suoi poteri e la sua abilità di transizione tra i due regni, Marienne sarà in grado di risolvere i misteri di gioco. Ma anche di reagire agli attacchi delle presenze ostili che infestano il suo cammino. In sostanza però, si tratta di un’avventura incentrata su trama ed enigmi che si basa sull’ingegno del giocatore per poter essere completata. A farla da padrone, più che lo spavento, c’è un senso di tensione opprimente. Molto credito va dato alla direzione artistica in questo senso. Le ambientazioni sono ispirate alle composizioni del pittore polacco Zdzisław Beksiński. Vivere il mondo spirituale è incredibile e tragico al tempo stesso. Qualora foste particolarmente pervasi e mossi da un senso artistico, questo gioco fa per voi.

Giochi horror per PS5: Tormented Souls

Caroline Walker, che è la ragazza protagonista del gioco, riceve l’incarico di indagare sulla scomparsa di due gemelle. Mentre le cerca nel Wildberger Hospital- luogo indicato per l’indagine- le accadrà qualcosa di terribile e da lì in poi comincerà a star male. Dovrà sopravvivere ad un incubo dopo essere stata tramortita e privata di un occhio. Infatti d’ora in poi l’ospedale (che è all’interno di una villa) si popolerà di creature ostili. Nonostante adesso sia essenziale scappare Caroline avverte la voglia di scoprire chi l’ha aggredita. E soprattuto non rinuncia all’incarico che le è stato affidato all’inizio del gioco stesso. Perché proporre l’ennesimo remake di Resident Evil se tra i giochi horror per PS5 esistono indie che sono potenzialmente dei migliori eredi?

A conti fatti, Tormented Souls è una lettera d’amore ai survival Horror della vecchia scuola come anche Alone in the Dark. I fan di questi giochi si innamoreranno del fatto che le inquadrature sono fisse proprio come una volta. Gli sviluppatori però hanno anche messo del loro nelle meccaniche di gioco. Ad esempio la protagonista ha ampia libertà di movimento e accorgimenti salvavita in più durante le battaglie con i mostri Come nei vecchi classici, le munizioni delle armi scarseggiano, quindi anche in Tormented Souls bisognare giocare di strategia e risparmio. Migliorie negli enigmi rispetto ai titoli del passato si riscontrano grazie ad un sistema simile ai giochi punta e clicca. Tutto questo immerge il giocatore nei ricordi ma farà felice anche chi non ha mai vissuto un Horror d’annata. Per i nostalgici che cercano qualcosa di nuovo.

Little Nightmares II

Una delle tante ambientazioni evocative di Little Nightmares II

Una tra le migliori rivelazioni in fatto di giochi indie è Little Nightmares II, un horror dalle ambientazioni dark, ancora più cupe grazie a PS5. Il personaggio principale è Mono, un ragazzo che indossa un sacchetto di carta sulla testa, con giusto due buchi per gli occhi. Ad accompagnarlo durante buona parte dell’avventura ci sarà Six protagonista del capitolo precedente. Mentre il giocatore ottiene il controllo di Mono, Six è invece gestita dal computer. Il gioco è un eccellente horror pieno di rompicapi e dalla trama profonda, che si dipana man mano lungo l’avventura. Nonostante la maggior parte dei personaggi non parli i ragazzi di Taiser Studio hanno fatto un lavoro splendido nel comunicare e far comprender la storia. Complice la caratterizzazione di nemici ancora una volta resi unici e stilizzati.

Malgrado riferimenti a le Fauci, principale ambientazione del primo titolo, stavolta Mono e Six vagheranno per la Città pallida. Un luogo dove gli abitanti sono ipnotizzati da televisori in perenne controllo dell’antagonista principale: la Trasmissione. Prima attraverso una foresta, poi in un scuola, passando per un ospedale, la città fa da sfondo all’intera vicenda. In procinto di finire l’avventura sentirete qualcosa di familiare e il gioco stesso, insieme al primo capitolo, vi risulterà più chiaro. Se avete apprezzato la prima avventura, non potete perdere l’occasione di tuffarvi di nuovo in un modo che vi catturerà in tutto. Dai personaggi alle atmosfere.

Offerta
Little Nightmares II per PS5
198 Recensioni

Articoli in trend